l'associazione

Dracma Centro Sperimentale d’Arti Sceniche

(Associazione di promozione sociale iscritta all’Albo del Teatro della Regione Calabria e riconosciuta come ente di Produzione ai sensi dell’art. 3 L.R. 19/2017 e Residenza teatrale ai sensi dell’art. 43 D. M. 27 luglio 2017)

Il Centro sperimentale DRACMA nasce come associazione culturale di promozione sociale nel 2005 a Vibo Valentia, per iniziativa di un gruppo di professionisti del settore teatrale provenienti dall’Accademia D’Arte Drammatica della Calabria, con il preciso obiettivo di promuovere e divulgare la cultura teatrale e artistica nella provincia vibonese ed attivare corsi professionalizzanti di settore. Sin dalla costituzione l’associazione ha organizzato e gestito diversi eventi culturali e artistici in ambito teatrale, musicale e artistico in genere.

A fine 2009 l’associazione costituisce la propria Compagnia teatrale, dopo aver vinto il bando regionale “Calabria Palcoscenico 2009”, per realizzare un percorso di laboratorio formativo di drammaturgia e ricerca scenica finalizzato alla creazione di una nuova produzione teatrale: da questo percorso nascerà lo spettacolo Terre, scritto e diretto da Tino Caspanello.

Dal 2009 al 2011 l’associazione, con la rassegna estiva CapoArte, cura la direzione del Teatro Torre Marrana di Ricadi-Capo Vaticano, sito già inserito nel programma regionale Magna Graecia Teatro Festival. Negli stessi anni promuove e gestisce svariati corsi di formazione e laboratori teatrali in tutta la provincia vibonese.

Dopo il debutto istituzionale nell’estate 2010, con Terre, regia di Tino Caspanello, all’interno del Circuito Magna Graecia Teatro Festival, la Compagnia Dracma continua a lavorare e ricercare nell’ambito del teatro contemporaneo di ricerca e su tematiche d’impegno civico e pedagogico.

Nasceranno diverse produzioni teatrali: Pinocchio cadetto imperfetto (2010), regia di Renzo Pagliaroto, Sira (2011 – patrocinato da LIBERA) di Tino Caspanello, regia di Andrea Naso, Baccanti – Il canto del delirio (2012 – in coproduzione col Magna Graecia Teatro Festival) regia di F. Marzocchi, Nu Cuntu (2013) di e con Antonio Tallura, regia di Andrea Naso, La creatura prediletta (2013), regia di Andrea Naso, Clitennestra (2014 – premio Parodos 2014, Tindari Teatro Festival), regia e interpretazione di Paolo Cutuli, Il menù di re Artù (2015), regia di Renzo Pagliaroto, KalaMita (2019) di e con Andrea Naso e Alessio Calivi, regia di Andrea Naso, Piagata – L’ultimo dei miracoli – (2018), regia di Christian Maria Parisi.

Nel 2013 la Compagnia ottiene dalla Regione Calabria la Residenza Teatrale Multidisciplinare nel Comune di Polistena (RC) dove si trasferisce, trovando condizioni ottimali di collaborazione sia pubblica che privata, per operare in ambito di produzione, programmazione e formazione teatrale.

Dal 2015 la Residenza teatrale regionale di Polistena diventa Residenza artistica nazionale (progetto del Bello perduto) con riconferma per il triennio 2018-2020 (progetto rEsistenze) ai sensi dell’art.43 D.M. 27 luglio 2017. Le collaborazioni si allargano con altre residenze artistiche nazionali ed enti teatrali in tutte le regioni d’Italia al fine di favorire nuove produzioni teatrali e agevolare la fruizione dei linguaggi della Scena contemporanea. La Compagnia, dal 2018, è riconosciuta e sostenuta come ente di Produzione, ai sensi della Legge regionale n° 19.

In ambito di Programmazione la Compagnia gestisce più di una rassegna teatrale all’anno, dal 2009, destinate a scuole, famiglie e pubblico generico presso la propria sede ed in altri Comuni calabresi. La Compagnia è attualmente diretta da Andrea Naso (attore e regista diplomato presso l’Accademia d’Arte drammatica della Calabria), ed è composta da n° 5 artisti, n° 2 organizzatori/amministratori e n° 2 tecnici di palcoscenico.

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email